Author

Administrator

Administrator has 538 articles published.

Shada estate 2020, il venerdì notte: foto, video e notizie

in Eventi/Shada Civitanova da

Al Rifugio della Musica, il format estivo del venerdì notte 2020 allo Shada c’è come protagonista, uno dei personaggi più amati nei live ideati da Aldo Ascani, il cantante milanese ma marchigiano d’adozione Matteo Borghi.

Il 19 giugno è una data che poi diventa ancora più importante per svariate ragioni. E’ proprio il giorno in cui la Regione Marche ha ridato il via agli eventi in discoteca all’aperto in questa complicata stagione 2020.

Appresa la notizia Matteo Borghi, che a sua volta è appena ritornato in Italia, dopo tre mesi e mezzo a Sharm el-Sheikh, dove era per motivi di lavoro. Uno stop forzato, poiché a causa del lockdown internazionale gli è stato materialmente impossibile ritornare.

Ora ricomincia proprio dal “locale deli Ascani”, come confessa ad una delle tante radio che lo stanno cercando per sapere i suoi imminenti appuntamenti.

– Sarai proprio tu Matteo, di nuovo protagonista in questa nuova stagione che sembrava non ricominciare mai

“Beh io porto fortuna – dice ridendo di gusto e ripropone una frase consumata che funziona sempre – mica sono come Toto Cotugno che arriva sempre secondo”.

– Tutto fermo da quel marzo in cui avevi pronto il lancio del nuovo singolo

“Infatti abbiamo dovuto fermare tutto e rimandare ad ottobre quando ci saranno le condizioni per lanciarlo nel migliore dei modi. Un brano particolarmente intimista che si adatta bene per un periodo meno solare”.

– Ci dai qualche anticipazione?

“Certo l’ho realizzato con il mio produttore Giordano Tittarelli, un marchigiano davvero bravo, che ha scritto pure la musica mentre io mi sono dedicato alle parole. Abbiamo realizzato una fusione di un solido sound europeo con quello più misterioso e decisamente arabeggiante. Per il testo ho scelto la lingua spagnola. Il titolo è Adios. La cosa sorprendente che è stato preso in considerazione anche dal produttore del Buddah Bar, questo prelude ad una buona possibilità di diventare un brano ad alta visibilità internazionale”.

– In questo periodo di riflessione, i tre mesi di lockdown fuori dalla tua nazione, che nuovi propositi ti ha dato sia come uomo che come artista?

“Sono stato un privilegiato perché li ho vissuti, come ti dicevo, nell’indubbia bellezza del Domina Coral Bay di Sharm El Sheikh. Ho avuto molto tempo per me e rimettere in focus con nuovi progetti e nuovi traguardi. Come sempre ho tanta voglia di  rimettermi in gioco e ho capito che, alla fine, la persona più importante sono io. Quindi basta accontentare e accontentarsi, per dirla con una metafora, bisogna sempre ubriacarsi con il vino buono”.

– Pensi che ora cambierà il divertimento?

“Io mi auguro che il divertimento possa migliorare, diventando ancora più cosciente. Ho usato questo prezioso tempo di riflessione per capire quanto siamo fragili e appesi a un filo. La nostra vita è fatta di circostanze, quindi voglio tanta positività e tanta voglia di fare bene per me e per gli altri. Magari ricominciamo proprio dalla Shada venerdì sera, quando finalmente potrò circondarmi di veri amici”.

– SHADA info 0733 811653

SHADA 2020 GLI EVENTI DEL VENERDI’

  • 14 AGOSTO DIK DIK
  • 07 AGOSTO SOCIAL BAND feat. ANDREA PERRONI

VIDEO LIVE SOCIAL BAND / VIDEO LIVE ANDREA PERRONI / VIDEO IMMAGINIFOTO

  • 31 LUGLIO ENZO MARINO BAND

VIDEO LIVE / VIDEO IMMAGINI / FOTO

  • 24 LUGLIO MATTEO BORGHI ANNULLATO PER MALTEMPO
  • 17 LUGLIO THE TREE GEES

VIDEO LIVE / VIDEO IMMAGINI / FOTO

  • 10 LUGLIO TRIO DE JANEIRO

VIDEO LIVE / VIDEO IMMAGINI / FOTO

  • 03 LUGLIO ELOT BAND

VIDEO LIVE / VIDEO IMMAGINI / FOTO

  • 26 GIUGNO THE FUZZY DICE

VIDEO LIVE / VIDEO IMMAGINI / FOTO

  • 19 GIUGNO MATTEO BORGHI

VIDEO LIVE / VIDEO IMMAGINI / FOTO

  • 12 GIUGNO EDOARDO FORESI

VIDEO LIVE / VIDEO IMMAGINI / FOTO

  • 05 GIUGNO ALBERTO LAURENTI

VIDEO LIVE / VIDEO IMMAGINI / FOTO

 

SCHEDE DELLA SERATA

Aldo Ascani 5 giugno 2020

  • 12 GIUGNO 2020

E’ Riccardo Foresi e la sua band, il protagonista, venerdì 12 giugno, nel secondo appuntamento stagionale con “il Rifugio della Musica”. Questo infatti è il titolo del nuovo format musicale ideato da Aldo Ascani per lo Shada Beach Club.
Musica live di qualità a conclusione della cena spettacolo proposta dal celebre club estivo civitanovese. Riccardo Foresi è un musicista marchigiano che sin dalla tenera età di sei anni, dopo aver scelto come strumento la tromba , entra nell’organico della banda cittadina di Monte San Martino e da allora di strada ne si è fermato più. Dopo essersi diplomato giovanissimo con il massimo dei voti al conservatorio Rossini di Fermo, oltre alla tromba, si è dedicato alla sua vera grande passione, il canto.
Nel 2002 dopo numerosissime esperienze in Italia, decide di trasferirsi in Canada dove prima imparerà l’inglese nei gelidi inverni canadesi, e completa gli studi Jazz al Grant Mcewan college di Edmonton. Poi il grande passo verso New York. Ed è proprio nella “Grande Mela” che inizia il suo percorso musicale più importante, dove inizia ad esibirsi in vari locali della notte. Viene notato da Eric Beall, allora vice presidente dell’etichetta discografica Sony e in poco tempo inizia collaborazioni con importanti produttori come (Jeff Franzel, Wayne Cohen, Michael Whalen, Leo Z, Jorgen Eloffsson, Gary Baker, Diego Calvetti, Lasse Anderson, Antonio Galbiati, Roberto Baldi). In America resterà per ben sette anni, esibendosi in luoghi molto prestigiosi tra cui Il Rio di Las Vegas, House of Versace di Miami, Rockwood Music Hall di New York.
Dal 2012 ritorna in Italia con lo spettacolo Riccardo Foresi & That’s Amore Swing Orchestra con cui ha già eseguito oltre 700 concerti.

Premio Città di Porto Recanati, il Salotto sul Mare 2020. Vince l’eleganza!

in Eventi da

Nel finale inedito, quando è partito il coro di “Volare”, sono sembrate intonate anche le voci dei premiati, degli amministratori portorecanatesi e di tutto coloro che hanno partecipato al Premio Città di Porto Recanati, salotto sul mare. Pubblico compreso. Il successo strameritato dell’evento è merito di un sapiente mix di situazioni, argomenti e un tasso artistico sapientemente dosato. Attilio Romita,  per anni volto noto del Tg1 serale, un carismatico direttore d’orchestra. Capace di alternare per tutti i protagonisti dell’evento sia momenti di assolo che divertenti coralità.

L’orchestra That’s Amore che ben si distribuiva nell’importante palco dell’Arena Beniamino Gigli. Fantastiche anche le voci. Riccardo Foresi, a tempo di swing si è confermato un crooner ideale. Magici gli Operapop in questo loro riuscitissimo matrimonio fra l’atmosfera lirica e la ricercatezza delle più belle canzoni italiane di sempre. Poderosa la voce di Enrico Giovagnoli, sublime quella di Francesca Carli. Avvenente quest’ultima pure nel proporre tre magnifici vestiti di scena. Poi il movimento sorprendente e mai scontato del balletto delle Marche di Alice Bellagamba.

Premiati con tante belle storie raccontate, il medico Stefano Vannini, specialista in terapia del dolore; la direttrice creativa Anghela Alò; il regista televisivo Stefano Sartini; la giornalista Rai Lisa Marzoli; la famiglia Campolo dell’omonimo negozio di alta sartoria; e dal mondo della boxe Sumbu Kalambai e Roberto Cammarelle. Da citare inoltre sia la scenografia con giochi di luce azzeccati e un suono a dir poco perfetto. E su tutti la regia occulta di Vladimiro Riga, grande artefice di questa indimenticabile serata che si è avvalsa pure di numerose citazioni musicali in omaggio a Ennio Morricone.

C’era il “bisogno di un ritorno all’abbraccio, che tanto mi manca” per dirlo con le parole del Sindaco Roberto Mozzicafreddo. E l’impressione tangibile a fine serata è che per magia tutti ne avessero avvertito il calore, comprese quelle sagome di cartone che indicavano il distanziamento sociale. “State assistendo ad uno dei due spettacoli irrinunciabili per l’estate portorecanatese” ha sottolineato l’abbronzatissima (a conferma della bontà della sua spiaggia) Angelica Sabbatini, assessore al Turismo. “E per ricordare gli antichi splendori della boxe con la nostra città” racconta l’assessore Pierpaolo Fabbracci. E centrando il merito della serata, la vicesindaco Rosalba Ubaldi, lo definisce sintetica ma calzante “un inno all’eleganza”. Poi tutti in coro concordi nel dire “appuntamento al 2021”.

Premio Città di Senigallia, spiaggia di velluto 2020

in Eventi da

Premio Città di Senigallia spiaggia di Velluto 2020 con la partecipazione di Attilio Romita, Riccardo Foresi, Mauro Gubbiotti, David Padella, Vladimiro Riga, Operapop e il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi

Premiati Accademia pugilistica di Senigallia, Michele Pecora, Cantina Silvano Strologo, Bovinmarche Allevatori Marchigiani, Aldo Clementi allenatore della Vigor Senigallia, Hotel Villa Sorriso.

Organizzazione Marche Meraviglia

 

Autostrade, una scelta senza furbizie politiche

in Giornalista e dintorni/Il meglio di Re Gurk/politica da
Si tratta di “una concessione irragionevolmente rinforzata” pensate “se crollasse un altro ponte, non potremmo sciogliere la convenzione e, se mai lo facessimo, dovremmo rifondere Aspi con 10 miliardi di euro, e solo per l’avviamento. Quando ho letto la proposta ho pensato a uno scherzo” (Giuseppe Conte, intervista al Fatto Quotidiano)
E abbiamo ancora politicanti da strapazzo che continuano a stare dalla parte dei Benetton. Gli stessi che magari difendono pure i vitalizi. Qui non si tratta solo del crollo di un ponte ma della catastrofe dei più elementari valori della tutela dell’interesse pubblico.

Milo, un cane adottato che regala felicità

in Il meglio di Re Gurk/Le parole che graffiano da

Eccolo Milo, foto appena scattata, qui accanto a me sul divano. E’ un meticcio tricolore ha scritto il nostro veterinario Antonio De Angelis. Un cagnolino che abbiamo adottato grazie all’ OIPA Ancona per tenere compagnia a Kelly, in previsione della sua cecità totale. Un piccolo miracolo, tutti ci dicono che la mia labrador si è ringiovanita da quando è arrivato lui.

E’ un pelosetto pieno di mille timori, pauroso e pure diffidente ma per contro oltre ad essere geloso della Kelly è infinitamente tenerone. Si è inserito nelle diversità della mia famiglia e fa cose incredibili per dimostrare il suo attaccamento. Quando esco e ritorno di notte, mi aspetta sul divano e vorrebbe far finta di dormire ma con la sua coda che scodinzola veloce e felice, non ci riesce mai. E’ un altro essenziale responsabile delle mie gocce di felicità.

Kevin e Kimberley, i miei figli belli

in Il meglio di Re Gurk/Le parole che graffiano da

Nati lo stesso giorno, il 5 luglio, con tre anni di differenza 1991 Kimberley e 1988 Kevin. I miei due ragazzi, come è giusto che sia, sono caratterialmente diversi se non addirittura opposti. Molto social e da selfie seriamente confezionati la femmina e molto più riservato il maschietto di casa. Da papà orgoglioso, mi sento molto vanitoso. Vederli andare d’accordo per me è una gioia comprensibile.

Questa foto, scattata 6 giorni fa in occasione del loro compleanno, me la sono gustata un po’ da solo ed ora è tempo di renderla pubblica. Siete davvero belli ragazzi miei e del resto come si suol dire “ogne scarrafone è bell’ a mamma soja” ma pure del papà, aggiungo io…

Kelly, uno sguardo d’amore

in Il meglio di Re Gurk/Le parole che graffiano da

Questi suoi occhioni non funzionano più ma il suo cuore diventa sempre più grande. Kelly è amore puro in ogni istante.

Quando eravamo disc jockey con Nicoletta e Ada

in Il meglio di Re Gurk/Le parole che graffiano da

In questa foto c’è la storia delle prime vere radio libere con Nicoletta di Radio Arancia e Ada, ovvero Diana di Radio Conero. Non solo bei ricordi ma sopratutto vita vissuta. Poi arrivò Carla Latini peccato che non sia in questa foto.

Capolavori a Tavola 2020, foto e video

in Capolavori a Tavola/Mangiare e bere da

La diciannovesima edizione del prestigioso format ideato da Simone Fracassi presso la Discoteca Piscine River Piper, a Castel San Niccolò (Arezzo), martedì 7 luglio 2020. Realizzazione Kruger.it

QUI LE FOTO su piattaforma facebook

Il maestro Morricone ora incanterà il paradiso

in Giornalista e dintorni/Il meglio di Re Gurk da
Se dicessi di essere stato un fans di Ennio Morricone sarei un disonesto. Nelle colonne sonore ho sempre più apprezzato ad esempio Ryūichi Sakamoto, che adoro. Eppure c’è stata una sua opera che ha reso un film ancora più bello. Mi lasciò senza fiato quella musica ed ancora la ritengo fra i brani più belli che io abbia ascoltato. Questo per dire, che non bisogna mai dare per scontato un giudizio. Nella vita non è tutto brutto o tutto bello, ci sono anche le pieghe o chiamatele se volete sfumature. Sono quelle situazioni capaci di stupire e a rendere ancora più veritiero il motto “mai dire mai”.
Ah è vero dimenticavo di dirvi quale fosse questo brano, il titolo è “Gabriel’s Oboe” dal film The Mission.
06Grazie maestro Morricone.
Go to Top