Category archive

Giornalista e dintorni

La ridicola chiusura dello Sugar Suite, si mangia al tavolo ma guai a ballarci intorno

in Giornalista e dintorni/Il meglio di Re Gurk da

Dicono che il silenzio in certi casi sia la scelta migliore di fronte a certe decisioni non pensate e sbandierate nel nome del rispetto delle regole. Succede sotto Carnevale, quasi a rendere questa situazione in ideale equilibrio fra il burlesco e il grottesco. Hanno chiuso lo Sugar Suite a Senigallia. E quindi parlo e ragiono pure, anche per chi sembra incapace di farlo.

Regole obsolete che non hanno nulla a che fare con la sicurezza dei locali d’intrattenimento. Un contenitore per gente adulta e mai sopra le righe non è pericolosa ne per il prossimo ne per se stessi. E’ la negazione dello stare insieme. Chiudere un locale perchè non si stava seduti sulla sedia ma si danzava intorno al tavolino, è imbarazzante. Se volete diamo un minimo di prescrizioni a questo genere di locale (e ce ne sono tanti aperti normalmente anche ora sulla costa adriatica) che fanno la cosiddetta cena spettacolo, piuttosto che punire a casaccio. Non possono essere considerate discoteche, punto e basta. La Siae richiede ed incassa regolarmente tributi ma nel tempo stesso si lava le mani, pazzesco. Lo dico con la mia esperienza di locali come la leggendaria Essentia a Chiaravalle e tanti altri simili ancora. Soliti controlli a random che non impediscono il problema vero che è quello dell’abuso di alcool (normalmente venduto nei supermercati) e droghe (quasi normalmente vendute per le strada da chi sappiamo bene) ed al pubblico più indifeso quello dei giovanissimi.

Ora questa stretta genererà di sicuro l’incremento di feste clandestine per adulti dentro qualche villa privata. Soddisfatti, vero?

Se siete curiosi ecco qui le immagini del “pericolosissimo” Sugar Suite in azione. 

Donna Summer, regina nel 1977 al Piranha Club

in Giornalista e dintorni da

Donna Summer live Piranha 1977 ora su Youtube

Sono stato il primo dj del Piranha Club di Falconara Marittima e nella data di inaugurazione ci fu Donna Summer. Ho ritrovato la registrazione originale di quella volta, grazie al riversamento da bobina Revox a file fatto dal fedele amico di sempre Massimo Cerioni. Un avvenimento sicuramente epocale per gli amanti della disco anni . QUI l’audio eccellente del concerto integrale su Youtube.

“Donna Summer all’inaugurazione del Piranha, la mitica discoteca che prese il via nel 1977 dalle illustri ceneri del Krakatoa Club a Falconara Marittima, in provincia di Ancona. I ricordi rendono tutto più misterioso, c’è una specie di scia che accarezza la memoria del tempo che sembra cambiare forma. “Abbiamo il nome per l’inaugurazione del Piranha” mi disse Tonino Carraro, l’indimenticabile Re delle notti marchigiane, colui che porto gli spettacoli impossibili nel mitico Covo Nord Est di Senigallia. Da Fabrizio De Andrè a Ray Charles tanto per fare due dei tantissimi nomi che chiamò alla sua corte. Avevamo inaugurato due anni prima il Carillon di Cesano di Senigallia con Gloria Gaynor ma ovvio che stavolta si volesse superare alla grande. Il nome era quello di Donna Summer, colei che sotto la regia musicale di Giorgio Moroder brillò a tal punto da far credere che neanche esistesse e che era il frutto di una magia in sala d’incisione. Eppure era tutto vero, soltanto due date in Italia, alla Capannina di Viareggio e da noi nelle Marche. Arrivò pure la carovana televisiva dell’Altra Domenica di Renzo Arbore che nell’occasione mandò come inviato Michel Pergolani. Ed io ero lì a 30 cm da lei, il fortunato disc jockey che accompagnarono quelle stagioni indimenticabili che, ironia della sorte, molti celebrano senza averlo mai toccate con mano mentre io le vivevo in prima persona e le raccontavo con il mio mentore Pino Scaccia. Stagioni in cui sflilarono pure James Brown, Grace Jones, Asha Putli e pure Van Mc Coy. Insomma è bello essere stati protagonisti sul serio.”

da un’estratto pubblicato sul sito di Disco Diva, quando nel 2016 fui premiato come dj storico degli anni 70.

IMPROVVISAMENTE UNA FOTO SPUNTATA DAL PASSATO

Mancavano pochi minuti al mezzanotte, ero al Cenone di Capodanno 2013 al “delle Rose”, quando Maurizio Fiorenzola mi dice “Sai che ho una foto di Donna Summer quella volta che venne al Piranha di Falconara e ci sei pure tu”. Ora la foto la vedete pubblicata ed è una di quelle situazioni che non avrei mai immaginato di assistere. Era il 1977, esattamente 35 anni dopo, quando la misteriosa cantante, di cui si dubitava addirittura della sua esistenza artistica,venne ad inaugurare una discoteca di cui fui protagonista come disc jockey. Chissà se verrano fuori altre foto, io lo spero tanto.

IL MIO OMAGGIO A TONINO CARRARO
Pensate in seguito ci furono oltre a tutti gli artisti italiani dai Pooh a Ivano Fossati, da Vasco Rossi (insieme ad altri cantautori emergenti) a Ilona Staller. Poi nomi internazionali di rilievo e su tutti James Brown, Grace Jones.
Il Piranha Club era uno dei tanti capolavori di quel Tonino Carraro che fece diventare la nostra zona marchigiana una capitale nel mondo dello spettacolo negli anni 70. Riporto di seguito l’articolo che scrissi in suo omaggio per il Messaggero:
Annunciato da uno dei tanti squilli del cellulare che ormai non conto quasi più. La notizia è arrivata semplicemente con un annuncio di un amico di quelli hanno “vissuto” intensamente gli anni settanta e che mi ha anticipato, con molta discrezione, la notizia: “Carraro non c’è più”. Sapeva che per me non fosse uno dei tanti che ho incontrato nella mia vita ma sicuramente uno di quelle persone che non dimenticherò mai. Eh già, questa volta è toccato proprio a lui. Tonino, nomignolo che ironia della sorte poco si addiceva a questo grande omone. Con il suo irrecuperabile ed inconfondibile dialetto ligure mi aveva dato l’opportunità di vivere intensamente e da protagonista le pagine più belle del mondo delle discoteche degli anni di fuoco, quando ci si divertiva davvero e si ballava sul serio. Capace ogni volta di stupirmi con le sue scelte, anticipando qualunque moda e sottomettendo a se stesso il sistema planetario musicale. Prima da cronista musicale sotto la regia attenta di Pino Scaccia poi come disc jockey prediletto nelle sue memorabili discoteche ho visto brillare praticamente l’universo del mondo a sette note. Nel suo Covo Nord Est sul colle di Scapezzano a Senigallia come se niente fosse portò Ray Charles, Fabrizio De Andrè e tutto quanto fosse possibile immaginare in quel periodo. Poi affascinato com’era del mondo delle discoteche mi ingaggiò per inaugurare tre sue scommesse che ormai a ricordarle danno il senso alla sua leggenda di “patron”. Il Carillon Club di Cesano di Senigallia che fu inaugurato da Gloria Gaynor, il Papagayo a Senigallia e l’indimenticabile Piranha con Donna Summer.Insomma quello che per tutti i normali era un sogno lontano per Tonino Carraro rappresentava un traguardo da dover raggiungere e superare. Scelte irresistibilmente esagerate per la nostra terra marchigiana che nel suo momento di massimo splendore, fra gli anni 75-80, aveva completamente azzerato il fascino della riviera romagnola. Un autentico e, permettetemi di dire unico, Re dei locali da ballo che oggi ricordo volentieri con commozione personale per quanto mi ha regalato professionalmente ed umanamente ma anche con una profonda ammirazione a quel “grande uomo” che ha saputo sbalordire tutti quelli della mia generazione….
ciao dal tuo disc jockey kruger

kdeejay

Buon Natale 2018 insieme a Kelly e Milo fra speranze da recuperare

in Giornalista e dintorni/Il meglio di Re Gurk/Le parole che graffiano da

E’ vero potrei sembrare esagerato ad affidarmi ancora una volta ai miei pelosetti. Eppure ci sono delle buone ragioni per cui utilizzo Kelly e Milo per porgerti i miei più saluti natalizi. Perché a loro invidio l’amore senza limiti che sanno offrire alle persone care, la fedeltà incondizionata, l’allegria per le piccole cose e non per ultima la possibilità di farmi ancora sentire un ragazzino quando mi invitano a giocare con loro.

E dire che l’espressione “mondo cane” è stata utilizzata negli anni ’60 per definire gli orrori del mondo. Noi umani dovremmo rivedere molte parole, molti atteggiamenti e molte azioni per recuperare un po’ di tolleranza e di onestà intellettuale nei confronti del prossimo.

Ecco perchè considero la loro complicità importante, mi ha aiutato e permesso di farti degli auguri, sinceramente più buoni e genuini.

Kruger Natale 2018

Intervista di Michele Mastrangelo sul Resto del Carlino

in Giornalista e dintorni/Il meglio di Re Gurk da

La tragedia di Corinaldo ha aperto un dibattito sull’opportunità della presenza dei giovanissimi in discoteca. Ho risposto su questo tema ad un caro amico e giornalista del Resto Carlino, Michele Mastrangelo. Di seguito l’intervista integrale:

Chi negli ultimi trent’anni ha messo piede almeno una volta in discoteca conoscerà sicuramente Kruger Agostinelli. Giornalista, fotografo, con un passato da disc jockey, cura la comunicazione di tantissimi locali. Anche nel Maceratese.

Agostinelli, quanto è cambiato il popolo della notte?

“E’ cambiato sostanzialmente. Nelle prime discoteche di fine anni Settanta, penso al Piranha Club di Falconara o ad altri, c’era la domenica pomeriggio dedicata ai giovanissimi. Si andava a ballare verso le 15 o 16 e alle 19.30 tutti a casa. E non passava neanche per l’anticamera del cervello a nessuno di fare una festa studentesca di notte. Ecco cos’è cambiato. L’anomala del pubblico dei giovanissimi”.

Trova che i giovani vadano troppo presto in discoteca? Colpa dei genitori permissivi?

“Non è colpa dei genitori, che si arrendono alla richiesta dei figli motivata dal “la maggior parte dei miei amici ci va”. Purtroppo il punto è che prima la discoteca era luogo di divertimento, ora di trasgressione, accentuata da un’indole giovanile, che ha dalla sua parte l’energia dell’età. Ma c’è anche meno razionalità del pubblico adulto. Poi è vero che pure i ragazzi della mia generazione ne combinavano di cotte e di crude, ma andavamo la sera ai concerti, dove c’erano pericoli più contenuti”.

Perché?

“Ora c’è l’alcol, che se lo portano da casa. Sono capitato in una discoteca frequentata da giovanissimi per vedere un artista e arrivavano giovani al parcheggio con buste di carta piene di beveroni. Certo, non tutti, ma c’è chi lo fa ed è inevitabile che ciò comporti un pericolo maggiore nel locale. Già si è giovani, se poi si entra già alterati… e l’ora notturna rende le cose ancora più complicate.

Rimpiange allora i tempi passati?

“No, quello che trovo assolutamente pericoloso, ripeto, è l’uso dell’alcol. Che non lo comprano in discoteca, ma nei supermercati a basso prezzo. Tale alterazione fa ridurre il già basso senso del pericolo dei giovani. Lo dico da genitore, quasi mi verrebbe da chiedere ai locali notturni di non far entrare i minori di sedici anni. Ma non per un divieto, quanto per salvaguardare i ragazzi

Tragedia a Corinaldo, morire per un concerto

in Giornalista e dintorni/Il meglio di Re Gurk/Le parole che graffiano da

“Se me lo dicevi prima” recita una canzone di Enzo Jannacci che è poi l’inno dell’ipocrisia. Io che sono piccolo di statura, ricordo perfettamente in diversi concerti e pure nelle rare partite di calcio che ho seguito di essere a volte trascinato dalla massa di persone in movimento. Un’onda inarrestabile che si muove e semplicemente ti trascina, se fatta in modo regolare. Posso quindi perlomeno intuire cosa può succedere se subentra la paura. Non c’è scampo. Ma non bisogna andare in discoteca basta alle volte anche una semplice sagra, zeppa di persone. Ed il fattaccio può succedere. Se a tutto questo aggiungi l’energia di un pubblico minorenne. Oltre il doppio delle persone della regolare capienza del locale. Le strutture esterne non adeguate ad un piano di fuga (pensate alla balaustra che ha ceduto). E la presenza di spray urticante che può essere venduto alle persone sopra i 16 anni per l’autodifesa personale. La tragedia ha tutte le componenti per essere rappresentata.
Ora si scatena una maldestra ma inevitabile caccia alle colpe e pure una peggiore gara a delle improbabili soluzioni.
Di sicuro a sensazione, i gestori non hanno scampo. Mettere oltre il doppio delle persone in quello spazio è un rischio inammissibile. Ma penso pure che non abbiano meno responsabilità quelli della SIAE che dovrebbero sapere tutto della licenza del locale. Quindi,se i dati riportati risultano esatti, come si possono permettere di essere venduti ben 1400 ticket (di cui si trattengono una bella fetta di diritti) mentre non c’è una capienza superiore ai 900 posti? E poi diciamoci la verità lo stesso management, che ben conosce il costo dell’artista, non puo’ far finta di non immaginare che sarà una serata “regolare”. Diffido sempre per natura dai moderni Ponzio Pilato.
Ora tutto questo è sotto i riflettori e quindi attenzione a non fare la caccia alle streghe o crociate contro il mondo dell’intrattenimento.
E soprattutto ora anche se con enorme difficoltà bisogna esprimere un triste pensiero di dispiacere per queste sei sfortunate persone. Con la consapevolezza che non ci saranno più per loro possibilità di vivere in serenità altri giorni con i propri cari. Un danno irreparabile e del dolore senza fine per chi resta.

Un teatro a Falconara Marittima ma per recitare quale commedia?

in Giornalista e dintorni/politica da

Ho letto un post sulla pagina facebook “la sai l’ultima di Falconara Marittima” in cui si invita la Sindaca Stefania Signorini a pensare ai cassonetti dell’immondizia invece che al teatro.

E’ chiaro che trovo tutto questo pretestuoso e rischia inevitabilmente di mandare fuori tema il dibattito cittadino su ciò che necessita. E’ bene mettersi in testa che l’educazione civica è ai minimi storici, soprattutto nelle città povere del loro senso di appartenenza. Il problema del teatro invece va analizzato in un altro senso. Se serve per appoggiarci qualche associazione locale o poco più è un conto. Se invece diventa un recipiente culturale e d’intrattenimento serio merita una considerazione diametralmente opposta.

La mia percezione da cittadino, aldilà delle buone intenzioni fin troppo infantili, è che si voglia inseguire un consenso virtuale. In realtà Falconara necessita di una progettualità che possa rendere usufruibile il proprio territorio. C’è da allontanare il rischio quotidiano di una concreta desertificazione o peggio ancora di un’invivibilità irreversibile della città. Insomma se non funziona già bene una biblioteca o un caffè letterario e ci si affida a festicciole stile sagra, come possiamo pensare che con un teatro ci si riesca? Mancano idee, o perlomeno non si riescono a mettere in ordine nelle legittime priorità e manca soprattutto quella qualità che ne decreterebbe la differenza in positivo.

La città non può reggersi con uno spot ogni tanto, magari ideale al massimo per un insignificante selfie. Falconara Marittima ad esempio mi piace quando ci sono le emergenze meteorologiche (neve o bufere), avverto un funzionamento corretto e quasi immediato dei mezzi di pulizia (da non confondere con la polizia municipale dove occorrerebbe aprire un altro capitolo). Quindi si apprezza questa presenza che poi diventa rassicurante per i cittadini. Per contro trovo timido e troppo educato invece il comportamento nei confronti delle emergenze ambientali. Dove invece sarebbe opportuno incazzarsi realmente con le aziende che puntualmente maleodoranti inquinano. E soprattutto imporsi con quel carrozzone della Regione che da tutto questo ci guadagna pure tanti soldi, senza lasciare niente alla città.

Ci sono purtroppo sempre più ombre che luci in questa Falconara NoDog (altro tasto dolente in termini di insensibilità). Cerchiamo di non dare ora la colpa di tutto questo buio, magari a quell’ora legale che è da poco cambiata …

  • didascalia per la foto:  “E dopo la discesa il mare. La mia città non l’hanno mai saputa capire. Squarci di bellezza in un luogo violentato da prepotenze, indifferenza e incapacità”.

Il prof. Benigni di virtù ci nutre leggendo Dante ad Apiro e Jesi

in Eventi/Giornalista e dintorni da

Piccoli miracoli della provincia in una domenica sera d’autunno. Roberto Benigni con un passato da funambolo irriverente ed ora in punta di piedi rende il suo omaggio infinito ed incantato ai versi del sommo Dante Alighieri. Impresa non facile ma neanche impossibile di chi come lui, attore toscano con tanto di Oscar, vanta un carisma quasi immacolato. Celebra inoltre un amore sincero e credibile per la “segreta” terra marchigiana. E’ qui non per lavoro ma per diletto e commuove tutti i presenti sia nell’incantevole Teatro Pergolesi che nella tecnologica piazza antistante, munita per l’occasione di maxi schermo. Rende partecipe il pubblico di quello che poi leggerà come un professore che ognuno di noi vorrebbe aver avuto ai tempi di scuola. E poi snocciola il Canto XXVI dell’Inferno come onde del mare che ci accompagnano in luoghi dell’intelletto a noi finora sconosciuti.  Del resto “fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza”.

ps: La presenza di Roberto Benigni è stata possibile grazie ad un’iniziativa convegnistica di Franco Musarra (professore emerito di Letteratura Italiana presso l’Università Cattolica di Lovanio), originario di Apiro, cittadina dove da qualche anno è stato costituito un Comitato Cultura che lavora alla valorizzazione del territorio in collaborazione con l’amministrazione comunale. Sono quindi state coinvolte in questa occasione anche l’amministrazione comunale di Jesi e la Fondazione Pergolesi Spontini.

l’applauso finale

Sindaco di Falconara Marittima, cento giorni di me e di te

in Giornalista e dintorni/Il meglio di Re Gurk/politica/Senza categoria da

Cento giorni di me e di te. Non voglio rovinare la festa, perché dopo questi pochi giorni sarebbe ingiusto di parlare di festa o di tragedia. Confermo di essere fra i 54 che fecero la differenza quel giorno dell’elezione di Stefania Signorini (anzi per la verità ne conosco perfettamente perlomeno altri 14 che come me la votarono solo al ballottaggio) e personalmente lo rifarei. Non solo per suo merito s’intende ma proprio considerando improponibile l’alternativa che ci fu offerta dall’altro schieramento.

Politicamente parlando, viviamo tempi intrisi di tifo e dunque stupidi, nei quali se osi non accettare tutto o prendi le distanze vieni demonizzato piuttosto che essere uno stimolo per una più approfondita discussione. Ma questo in Italia ormai tende ad avvenire con frequenza per qualunque argomento. Mi ricordo ad esempio quella sindrome che colpiva i nostri professori al tempo di scuola, relegandoli in due precise categorie. Quelli (tanti) che andavano pazzi per i secchioni e quelli (pochi) per i ribelli. Per la verità poi ce n’era una terza categoria, a cui tantissimi tentavano di aderire, ovvero quelli che si consideravano al disopra delle parti. Ecco erano proprio loro che finivano inesorabilmente spesso vittime degli allievi furbetti.

E per dirla con una frase già fatta: o vi fermate all’apparenza, oppure scendete (come cerco di fare quando il tempo e la voglia me lo permette), dopo alla sostanza.

Intanto godiamoci i primi cento giorni del nostro Sindaco attraverso i suoi post:

– 4 ottobre: Questa mattina incontro in sala consiliare con i bambini della 4 e 5 elementari per il Dono day. Non immaginate quanto siano state profonde le loro riflessioni! I bambini sono straordinari ♥

– 4 ottobre: Nella Giornata mondiale degli insegnanti il mio pensiero ai miei docenti e a tutti gli insegnanti di Falconara perché il nostro è un lavoro faticoso ed insieme meraviglioso con l’augurio che ognuno riesca non solo ad aprire le menti ma soprattutto a toccare i cuori

– 2 ottobre: Oggi è la festa dei Nonni e il mio pensiero va ai miei genitori, nonni eccezionali e amatissimi e a tutti i nonni di Falconara che con il loro esempio, la loro vicinanza e il loro amore sono fondamentali nella vita dei loro nipoti. ♥

– 30 settembre: Mi hanno chiesto di fare una sorpresa a Elsa e Mario che hanno festeggiato il 65 anniversario di matrimonio. Vederli così entusiasti ha emozionato anche me! Belle sensazioni ♥

– 30 settembre: Lunedì il Pergoli si colora di rosa per l’iniziativa AIRC per il tumore al seno. Sono molto vicina a tante donne che hanno vissuto questa difficile esperienza e ringrazio Noi Come Prima che sostiene da sempre le donne che con coraggio combattono. Grazie

– 29 settembre: Una grande emozione il matrimonio di Caterina! L’augurio che l’amore che ho letto oggi negli sguardi tuoi e di Riccardo vi accompagni sempre ♥

– 29 settembre: Il Bypass poteva avere un senso solo in previsione dell’arretramento totale della linea ferroviaria. Così invece ha un impatto negativo per Falconara. Cercherò però di vigilare e di informare tutti voi.

– 28 settembre: Visita del nostro Prefetto dott. Antonio D’Acunto. È stato un onore ed un piacere continuare il nostro dialogo, già avviato con il primo incontro in Prefettura, sulle tematiche ambientali della nostra città. Grazie al Prefetto per la Sua disponibilità.

– 27 settembre: Eccoli i miei studenti partiti per New York! Non un viaggio studio, ma uno “scambio” che farà vivere occasioni di incontro con studenti americani, opportunità di crescita umana e di ampliare i loro orizzonti: un’esperienza unica! 🙂

– 23 settembre: Inaugurazioni di nuove attività a Falconara! Sono molto contenta e ringrazio commercianti ed imprenditori che si mettono in gioco e, come me, credono nella nostra città ♥

– 22 settembre: Un omaggio alla nostra Elsa Volpini, artista di grande sensibilità, che ha lasciato una traccia profonda nella cultura di Falconara, insignita delle benemerenza cittadina e che rimarrà sempre nei nostri cuori. Grazie Elsa ♥

– 21 settembre: Finita la visita a tutte le scuole di Falconara! I bambini felici ed io più di loro. Mi porto dentro tanti sorrisi, abbracci, canzoncine e….disegni! ♥

– 19 settembre: Non mi piace molto la manifestazione di Miss Italia però mi è piaciuta questa ragazza, Chiara Bordi, coraggiosa, capace di mettersi in gioco e di sfidare il canone estetico della perfezione… quella apparente e superficiale

– 18 settembre: Ho pensato di dedicare questi giorni alla visita delle nostre scuole. Ieri ho incontrato i bambini delle Mercantini oggi nelle scuole di Casfelferretti e poi continuerò. In queste visite ho parlato con tanti bambini curiosi, intelligenti e dolcissimi che mi hanno riempito il cuore ♥

– 17 settembre: Auguro a tutti gli studenti di Falconara, a tutte le famiglie, ai docenti e al personale Ata un buon anno scolastico! A voi studenti in particolare auguro che abbiate l” opportunità di crescere nel sapere, in un ambiente che crei motivazione e coinvolgimento e, al di là dei risultati raggiunti, sia per tutti voi sereno e gratificante, occasione di incontri, di amicizie e di crescita personale.

– 16 settembre: Il nostro programma per Falconara punta su Ambiente, Sicurezza, Progetti di riqualificazione come Centro Storico,l’ex Montedison con bonifica sito inquinato e tanti posti di lavoro, Sostegno al commercio e attività. Tutto attraverso la PARTECIPAZIONE dei cittadini con nuova Consulta delle Donne,Giunte aperte in Piazza, Incontri pubblici per ascolto
e confronto.

– 14 settembre: Vorrei ricordare a tutti voi che da domani 15 settembre potremo di nuovo portare al mare i nostri amici a quattro zampe. Anche la mia Leila, che non vede l’ora! 🙂

– 9 settembre: Buona Domenica a tutti e non mancate allo Sbaracco!

– 8 settembre: Inaugurazione del negozio per bambini Aleland Kids. Una nuova proposta che sicuramente piacerà a Falconara. In bocca al lupo Alessandro! 🙂

– 8 settembre: Inaugurazione della rotatoria direzione Barcaglione!! Un bel risultato promesso e mantenuto! 🙂

– 7 settembre: Vorrei informarvi che ieri, in Comune, è avvenuto l’incontro che mi hanno richiesto i vertici Api. Alla presenza di Ugo Brachetti Peretti, dell’AD Bandiera e del nostro
ingegnere Giovanna Badiali si sono affrontate tematiche relative alla sicurezza e alla salute dei cittadini che, come ho comunicato loro, per me sono una priorità. L’Azienda si è mostrata preoccupata per la situazione creatasi con la cittadinanza dopo l’incidente. Ha accolto la mia proposta di finanziare il laboratorio mobile, una centralina per misurare le esalazioni, che sarà acquistato ed utilizzato da Arpam nel progetto Falconara Ambiente. Rispetto alla situazione della sicurezza si è detta impegnata ad adempiere a tutte le prescrizioni previste dall’AIA

– 6 settembre: I miei studenti del Cambi- Serrani a New York : di sicuro ragazzi sarà un’esperienza indimenticabile anche per la presenza di due
prof eccezionali, Giuseppe DI Paola e Monica Mazza! 🙂

– 1 settembre: Vorrei informarvi su tutto quello che ho fatto in questi 2 mesi per affrontare la questione API:
– Subito dopo il mio insediamento richiesto ed ottenuto dalla Regione di convocare il Tavolo tecnico creato dopo l’incidente
– In quella occasione chiesto alla Regione un contributo per una nuova centralina con nuovi sensori ed una legge, come altre Regioni hanno fatto, sul tema emissioni
– Ho chiesto ed ottenuto di partecipare all’incontro in Regione con i Comitati cittadini per ascoltare i dati su indagine epidemiologica
– Per la prima volta nel gruppo di lavoro incaricato dal CTR di effettuare sopralluoghi all’API ha partecipato un ingegnere comunale ufficio ambiente
– Ho chiesto ed ottenuto di partecipare all’incontro in Regione per revisione del Piano di Emergenza Esterno dell’API
– Ho chiesto ed ottenuto di partecipare all’incontro del CTR presso i VIGILI del Fuoco in Ancona relativo alle Prescrizioni date all’API sulla sicurezza
– Ho convocato due giorni fa l’ARPAM per concordare alcuni interventi tra cui un LABORATORIO mobile per rilevare nuove sostanze relative alle emissioni e creare un” App che permetta ai cittadini di fare segnalazioni. Queste arriveranno direttamente agli enti per creare una mappatura ed intervenire rapidamente. Questo è l’inizio di un percorso Questo impegno
che ho preso con voi e che voglio mantenere.

– 26 agosto: Ho denunciato ieri all’Anas la situazione dei ponti. I viadotti presentano crepe già rilevate e segnalate. Ma a questo punto ho richiesto precisi interventi a tutela della nostra sicurezza. Buona Domenica a tutti voi!

– 25 agosto: Orgogliosa dei nostri agenti. Ieri la Polizia Municipale restituisce al proprietario il portafogli smarrito con 800 euro in contanti, scova un truffatore on line finto assicuratore e 7 automobilisti senza assicurazione.

– 24 agosto: Anche al TG3 le mie dichiarazioni al CTR dei Vigili del fuoco di Ancona. Ho chiesto, anche dopo l’ incidente, continui sopralluoghi. e
controlli. I verbali dei sopralluoghi inviati in Procura.

– 22 agosto: Vorrei comunicare a tutti voi che domani parteciperò al CTR dei Vigili del fuoco in Ancona per affrontare la questione API. È la Prima volta che il Sindaco di Falconara partecipa personalmente alla riunione. Credo sia fondamentale porre domande e soprattutto affrontare in modo deciso questa situazione. In questi giorni ci sono state diverse segnalazioni di odori molesti da parte dei cittadini. I cittadini di Falconara si aspettano che mi impegni al massimo su questo problema. Questo ho promesso e questo farò. Domani vi aggiorno

– 20 agosto: Questo abbraccio esprime più di tante parole e racchiude tutta la commozione profonda che abbiamo provato in questi giorni

– 15 agosto: Buon Ferragosto a tutti voi! Con il pensiero rivolto a Genova, il dubbio se annullare i fuochi, la consapevolezza che per tanti operatori balneari e ristoratori questa è l’opportunità più importante della stagione e l’occasione di condividere la serata con amici e famiglia. Di sicuro mi sento di esprimere la mia vicinanza a tante famiglie provate da questa
tragedia

– 11 agosto: Intervento importante per il decoro della nostra città. Spero che tutti i padroni di cani, anch’io ho la mia Leila, diventino responsabili e civili come lo sono in tanti. Un GRAZIE alla nostra Polizia Municipale che ha agito in borghese e con efficacia

– 9 agosto: Come promesso gli operai sono intervenuti nell’ Area cani via Matteotti con la realizzazione di battutto in cemento con gradino per ingresso, sostituzione del montante del cancello ammalorato. Prossimamente ci occuperemo delle aree con divieto e dell’oasi felina.

– 8 agosto: Giornata internazionale del gatto: per par condicio anche Leila vicino a Paola ….e non chiedetemi perché mia figlia Arianna ha chiamata così la nostra simpatica gatta! 🙂

– 5 agosto: Vorrei ricordare a tutti voi amici la storia di Tolerado, un levriero sfruttato in Spagna dagli scommettitori, brutalmente maltrattato, salvato dall’associazione Scooby e lanciare un appello contro l’abbandono dei cani che purtroppo in questo periodo è sempre più frequente.

– 4 agosto: Le asfaltature di via Martiri della Resistenza e Via degli Spagnoli sono state completate, dopo Via XX Settembre, via Palermo, via Filzi, via Menotti e via Bixio. Ma non ci fermiamo qui. Continuano in autunno con altri interventi già progettati in via delle Saline, in via Bottego, in via Trieste e nel tratto di via Bixio fino a via degli Spagnoli. Poi procederemo con altre vie della nostra città. Buona giornata!

– 2 agosto: Questa mattina gli assessori Yasmin Al Diry con Valentina Barchiesi con il geometra Principi hanno fatto una passeggiata per le vie del centro insieme ai ragazzi del centro Si per rendersi conto direttamente delle difficoltà che devono affrontare tutti i giorni questi ragazzi e le loro famiglie per attività quotidiane che dovrebbero essere alla portata di tutti. Per questo motivo ci siamo presi l’impegno di abbattere le barriere architettoniche, presenti nel suolo pubblico. GRAZIE Yasmin e Valentina per questa iniziativa

– 28 luglio: Ieri sera abbiamo acceso insieme Falconara! ? Una sensazione meravigliosa vedervi in tantissimi, per vivere sulla nostra spiaggia tutti insieme una notte speciale. Spero che tutti i nostri desideri si avverino ! #Falconaramagica ♥

– 27 luglio: Una notte speciale a Falconara, la Notte dei desideri, con cena vestiti di bianco sulla nostra spiaggia, candele in acqua, spettacoli
itineranti. Dalle 21, 30 anche eclissi di luna… non mancate! ??

– 22 luglio: La mia prima inaugurazione con la fascia tricolore: Piazza della Libertà a Casfelferretti con l’impegno di terminarla per la Festa della Famiglia mantenuto! Questa sera tutti alla rievocazione e alla cena a Casfelferretti ??

– 21 luglio: Nell’incontro in Regione ho chiesto che una parte delle Accise che versa l’Api siano destinate ad aumentare centraline e monitoraggio
qualità dell’aria a Falconara.

– 15 luglio: Buona Domenica a tutti voi amici! ?

– 14 luglio: Questa mattina ho giurato di onorare l’incarico che mi avete dato di Sindaco della nostra città. Ho concluso il mio discorso con un proverbio africano:
“Se vuoi andare veloce corri da solo, se vuoi andare lontano cammina insieme agli altri. Ecco, io vorrei camminare con tutti voi e mi impegnerò per essere il Sindaco di TUTTI ”.

– 10 luglio: I nostri studenti pallavolisti del CAMBI- SERRANI premiati dal Direttore USR Marche! Non solo sono arrivati sesti al Campionato Mondiale, ma PRIMI per il premio Fair Play!!
Competenze sportive altissime, speranza per un rilancio della pallavolo falconarese, ma soprattutto valori educativi dello sport. Orgogliosa di voi e della nostra scuola ♥

– 8 luglio: Ecco la nuova squadra che lavorerà con me per la nostra città. GRAZIE a Goffredo Brandoni, Presidente del Consiglio, punto di riferimento per tutti noi. Continuità e cambiamento, donne e giovani, ma soprattutto tanto entusiasmo, nuove energie, idee, progetti per migliorare Falconara. Questo il mio impegno, questo il percorso che ho già iniziato e che proseguiro’ con il contributo degli Assessori ma anche dei Consiglieri, candidati, simpatizzanti e tutti voi che vorrete sostenermi. Perché credo nel rapporto continuo e nell’ ascolto. Sarò il Sindaco di TUTTI e lavorerò con impegno e con passione per Falconara ♥

– 7 luglio: Sono molto contenta che ieri al TG 3 abbiano parlato dei miei primi interventi in relazione all’Api. Continuerò su questa strada per tutelare la nostra sicurezza e la nostra salute

– 3 luglio: Il nuovo percorso da Sindaco è iniziato con provvedimenti sull‘Ambiente: comunicazione immediata ai cittadini, lettere in Regione ed in Prefettura per tavoli tecnici su Api e salute dei cittadini. Questo vi ho promesso e questo farò.

– 1 luglio: Una grande emozione indossare per la prima la fascia tricolore! Vorrei ringraziare le tantissime persone che mi hanno inviato messaggi, che mi hanno stretto la mano, che hanno gioito con me. Un grazie speciale a un gruppo di anziani di Casteferretti incontrati in campagna elettorale con cui sono tornata a festeggiare in Piazza con un brindisi dopo le elezioni. Mi hanno inviato un mazzo di fiori con un bigliettino che mi ha commosso. ♥

– 25 giugno: GRAZIE a tutti voi amici, a chi mi ha sostenuto, a chi ha creduto in me. Mi sono sentita sola contro tutti ma mi avete dimostrato di apprezzare coraggio e coerenza. Lavorerò con ancora più impegno e sarò Sindaco di TUTTI i cittadini di Falconara ♥

(in alto il grafico dei like ottenuti 😅)

Il Like è un inganno

in Giornalista e dintorni/Il meglio di Re Gurk da

Sempre di più si tende, purtroppo da parte degli amministratori, a realizzare azioni intese per conquistare il favore o l’adesione di un pubblico sempre più vasto. Questo avviene attraverso mezze banalità o nella disperata rincorsa su argomenti che possano guadagnare un click in più. Nessuna progettualità in essere e un futuro sempre povero di realizzazioni che possano migliorare la qualità della vita di tutti i cittadini. E in tutto questo assistiamo a un continuo abuso di selfie tranquillizzanti e frasi da bimbominkia.
#parolechegraffiano

1 2 3 7
Go to Top